www.ristomeglio.it | Cosa vogliono i clienti del tuo ristorante?
Questo sito vuole essere di supporto a tutti coloro che gestiscono un ristorante e a tutti quelli che stanno per farlo. Un pratico aiuto per costruire un business di successo.
ristomeglio, paolo guidi, ristorazione, gestione locali, ristoranti, pizzeria, pub, marketing della ristorazione, orderman, palmari, food cost, trattoria, ristorazione commerciale, controllo costi, controllo food cost, marketing ristorazione
1502
post-template-default,single,single-post,postid-1502,single-format-standard,op-plugin,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.3,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Cosa vogliono i clienti del tuo ristorante?

cosa vogliono clienti ristorante

Cosa vogliono i clienti del tuo ristorante?

Idee per attirare clienti in un ristorante

Da quando hai cominciato quella meravigliosa avventura di gestire il tuo ristorante, sicuramente hai iniziato a darti da fare per riuscire a soddisfare i tuoi clienti.
Hai cercato di fornire ottimi prodotti, un’atmosfera calda e rilassante, del personale gentile e professionale e molto altro.
Ma sei sicuro che tutto ciò sia veramente desiderato dai tuoi clienti?
Sei estremamente certo che il successo del tuo ristorante dipenda solo da quello che c’è dentro al piatto o dalle materie prime selezionate e dalla bravura del tuo chef?
Continui a chiederti cosa vogliono davvero i tuoi clienti?
Vogliono buoni prodotti, buon cibo? Sicuramente.
Vogliono prezzi bassi? Forse.

Ma certamente vogliono anche altro. Vediamo insieme di che si tratta…(rigorosamente in ordine casuale, perché le priorità per il tuo ristorante le decidi Tu!)

I clienti vogliono una cordiale e sincera accoglienza

I tuoi clienti vogliono sentirsi dire: “Benvenuto”. Vogliono che li si guardi bene negli occhi e non gradiscono assolutamente essere considerati come dei numeri o uno dei tanti frequentatori del tuo ristorante.
Adorano essere chiamati per nome.
Amano essere trattati con cortesia e adorano sentirsi importanti.
Tutti i clienti, sopratutto i tuoi, desiderano sentirsi a proprio agio nel tuo locale.
Se sono clienti fedeli, vogliono percepire che tu sei contento di rivederli dopo la loro assenza.
Offrire una calorosa e sincera accoglienza è il miglior modo per preparare i tuoi clienti a provare quella piacevole esperienza che – sono certo – sai fornirgli con i tuoi prodotti e con la professionalità del tuo locale.

I clienti desiderano avere una “relazione” con il ristorante

Creare e mantenere una valida relazione con i tuoi clienti è una azione che può impegnare molto tempo ma rappresenta una delle più valide strategie per far crescere il tuo giro di affari anno dopo anno.
Quando un cliente vive una piacevole esperienza nel tuo locale, la relazione che hai instaurato non è finita, ma è solo all’inizio.
È appena cominciata.
Sei riuscito a determinare le aspettative che il tuo cliente avrà la prossima volta che verrà nel tuo ristorante e tu sai che ora non potrai assolutamente disattenderle.

I Clienti amano vedere visi sorridenti

Oscar Wilde diceva: “Hai una sola occasione per fare una buona impressione”.
Chi conosce bene il mondo dell’ospitalità sa benissimo quanto sia importante il primo contatto con il cliente e, quanto sia importante fare un’ottima prima impressione.
Fai in modo che il tuo personale (e tu stesso) sia in grado di accogliere e sorridere sinceramente. Riuscirci è fondamentale.

I clienti desiderano trovare personale disponibile e cortese

Sono pochissimi i clienti che desiderano avere il personale di sala sempre intorno al proprio tavolo, ma la stragrande maggioranza preferisce che i camerieri siano disponibili entro pochi istanti dal momento in cui si crea il bisogno di qualche cosa.

Fai in modo che il personale osservi (non da vicino e possibilmente senza farsi accorgere) che tutto proceda bene e che non ci sia bisogno di nulla.
Insegna loro a intervenire per tempo senza far attendere troppo il tuo cliente.
Essere disponibili non significa esserlo istantaneamente ma esserlo in tempi ragionevoli per chi necessita di assistenza.
Non a caso molti clienti sono soliti chiedere in modo cortese: “Potrebbe portarci un’altra forchetta?” oppure “Non appena possibile, può portare del sale?”.

E ricorda di ascoltare sempre le lamentele dei tuoi clienti, leggerle sui siti di recensioni e prestare particolare attenzione quando queste sono riferite al personale o al servizio.

I clienti vogliono personale preparato

Quanto è grande la porzione di pasta?
Come è cotto l’agnello?
Sono freschi i pomodori?
I funghi nella pizza sono di provenienza italiana?
Il pesce proviene dal mercato locale?
La pietanza contiene cipolla?

Agli occhi dei clienti tutto il personale deve essere esperto e conoscere in modo approfondito i piatti che proponi.
Per i tuoi clienti, il personale deve saper rispondere alle numerosissime domande che abitualmente gli vengono fatte.
Devono rispondere in modo corretto ed esaustivo e non con risposte del tipo: “vado a chiedere in cucina”, oppure “devo chiederlo al titolare”.
Assicurati che il personale sappia rispondere a tutte le domande, usa tutti gli strumenti che hai a disposizione: dalle schede prodotto alle riunioni settimanali o periodiche.
Preparali ad avere dimestichezza a una sorta di FAQ verbale (Frequently Asked Question – ovvero domande che vengono poste frequentemente).
Non consentire a nessuno però di dire bugie: a domande dettagliate a cui non sanno rispondere, possono ancora ammettere di non sapere e rispondere per esempio: “desidero evitare di darle una risposta affrettata a una domanda così particolare. Mi lasci chiedere conferma in cucina”. Questo suona meglio, no?

I clienti vogliono poter scegliere

Cerca di far percepire ai tuoi clienti che il tuo locale è un luogo “flessibile” dove le regole sono presenti ma si possono fare anche eccezioni.
Non essere inflessibile.
Non devi far abituare i tuoi clienti al tuo menu, ma devi adeguare il menu ai tuoi clienti.
Non aver paura di sostituire piatti che non piacciono ai clienti o che hanno ordinato sbagliando in buona fede.
Lascia che i tuoi clienti possano personalizzare l’ordinazione.

Anche se a te costa cambiare un piatto, sostituirlo o modificarlo, tali modifiche genereranno passaparola positivi e innalzeranno fortemente l’immagine del tuo esercizio.
Pensaci bene: il costo che potresti sostenere con un cliente insoddisfatto sarebbe enormemente più alto.

I clienti amano i suggerimenti utili

Quando un cliente chiede al personale: “cosa c’è di buono stasera?”, il modo peggiore per rispondere è: “qui è tutto buono!”.

Potrà sembrare a una prima impressione, un gran complimento fatto alla cucina, ma non è di aiuto al cliente, anzi peggiora le cose.
È molto meglio rispondere dando suggerimenti utili, come per esempio: “il nostro ristorante è famoso per il pesce”, oppure “posso suggerirle un piatto di tagliatelle fatte in casa con frutti di mare.” O ancora: “il nostro Chef ha appena preparato dei ravioli con il formaggio, ne sono rimaste solo poche porzioni. Posso suggerirle di provarli. Sono veramente ottimi.”
Il cameriere è un professionista e deve aiutare i clienti nel giusto modo con i migliori (e più utili) suggerimenti. Rispondere che è tutto buono, non aiuta e non valorizza nulla del ristorante.
Fai in modo che il tuo personale sia in grado di rispondere in modo corretto.

I clienti vogliono vedere un “direttore” in sala

I clienti amano veramente vedere in sala una persona responsabile, che sappia risolvere problemi. Questo è verissimo, ma questa persona non necessariamente deve essere il titolare o il proprietario gestore.

I clienti sono felici quando vedono un’ulteriore possibilità di aiuto disponibile (dopo la prima, che è il personale di sala). Anche se non ne hanno bisogno, anche se non ne avranno bisogno, apprezzano molto che questa persona sia disponibile in sala e grazie a ciò si sentono maggiormente rassicurati.

Desiderano vedere una sorta di direttore senza sedia, che consenta ai clienti di fruire al meglio dei prodotti e dei servizi del ristorante.

I clienti vogliono ristoranti puliti

Quando si va al ristorante una buona pulizia non è mai sufficiente.
C’è sempre bisogno di un’eccellente e continuativa attività di pulizia.
I clienti amano mangiare nei luoghi dove la pulizia e l’igiene si percepiscono chiaramente.
Piatti, posate, bicchieri, tavoli pulitissimi senza ombre.
Pavimenti puliti, piante e fiori ben tenuti (non finti e con polvere), angoli di pareti senza ragnatele, mobili e specchi puliti e senza polvere.
Il modo migliore per mantenere pulito il tuo locale, non è pulirlo all’inizio e alla fine, ma stabilire procedure e turni.
Sopratutto per quanto riguarda i servizi igienici.

I clienti vogliono passare bene il tempo nel tuo ristorante, vogliono poterlo raccontare.
Prendi spunto dai semplici consigli scritti in questo articolo: vedrai così ospiti felici divenire entusiasti ambasciatori del tuo ristorante.

Buon Lavoro

© www.ristomeglio.it

 

Paolo Guidi

paolo.guidi@ristomeglio.it
2 Commenti
  • Pietro

    11 maggio 2017 at 17:26 Rispondi

    Ottimo articolo, professor Guidi, illuminante e semplice.

    Complimenti sinceri.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.