www.ristomeglio.it | Come fare felici i clienti del ristorante
Questo sito vuole essere di supporto a tutti coloro che gestiscono un ristorante e a tutti quelli che stanno per farlo. Un pratico aiuto per costruire un business di successo.
ristomeglio, paolo guidi, ristorazione, gestione locali, ristoranti, pizzeria, pub, marketing della ristorazione, orderman, palmari, food cost, trattoria, ristorazione commerciale,
1491
post-template-default,single,single-post,postid-1491,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.3,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Come fare felici i clienti del ristorante

ristorante fare felici i clienti

Come fare felici i clienti del ristorante

Come interagire con i clienti e farli tornare felici nel tuo ristorante

Cosa significa offrire un buon servizio?

Tutti pensano di conoscerne i segreti.
Mentre molti ristoratori ritengono che sia importante solo quello che si mette nel piatto. Altri ancora, anche se può sembrare paradossale per alcuni di noi, invece non gli danno la minima importanza.

Offrire un buon servizio significa fornire ai propri clienti, qualcosa di più rispetto a quello che si aspettano di ricevere. 

Pensaci un momento: un buon servizio significa che io entro in un ristorante e mi scopro sorpreso perché ciò che ricevo è più di quello che mi aspettavo. Ciò non è incredibilmente vero?

Nello stesso tempo, offrire un buon servizio, significa anche riuscire a offrire un’esperienza memorabile.

Se vuoi fornire un servizio eccellente non devi farlo come un dovere, devi andare oltre. E di molto, anche.

Deve essere un vero piacere, deve essere un sincero modo di far sentire i tuoi ospiti a loro agio.

Belle parole, direbbe qualcuno. Ma come riuscirci?

Ecco allora esattamente 15 utili consigli. Prova a seguirli: vedrai aumentare sia la felicità dei tuoi clienti, sia il loro numero (oltre al fatturato)!

  1. Il cliente non deve mai essere il primo a salutare.
  2. Saluta i tuoi ospiti con un sincero sorriso e offrigli un’adeguata e personalizzata ospitalità: si sentiranno importanti e speciali oltre che felici.
  3. Quando parli con i tuoi ospiti, guardali negli occhi. Mantieni sempre un contatto visivo, non farti vedere frettoloso.
    Mostrerai così vero interesse nei loro confronti. I tuoi ospiti si sentiranno tranquillizzati e sicuri di essere nel posto giusto.
  4. Evita di usare l’avverbio “no”. Cerca sempre di avere delle risposte alternative.
  5. Evita queste frasi: “mi dica”, “posso aiutarla” (sono percepite come poca disponibilità da parte tua o del tuo personale). Sostituiscile con frasi del tipo: “Eccomi qui per Lei…” dicendolo mentre sorridi.
  6. Cerca di fare qualche eccezione per i tuoi clienti. Loro lo desiderano.
  7. Assicura sempre qualità dei prodotti e rigorosa efficienza nel servizio.
  8. Parla con i tuoi ospiti sempre in modo entusiasta e cortese, sia nel tono sia nei modi. Prenditi carico personalmente delle loro eventuali richieste speciali.
  9. Cerca di anticipare le esigenze dei tuoi clienti e risolvi tutti gli eventuali problemi che possono verificarsi.
  10. Sii sempre professionale, qualsiasi cosa accada.
  11. Fai sempre in modo che lo spazio e i luoghi usati dai tuoi clienti siano confortevoli e puliti.
  12. Ringrazia sempre con sincerità di aver scelto il tuo ristorante.
  13. Migliora sempre la tua preparazione sui prodotti, sui luoghi, sulle cotture e così dicendo.
  14. Ringrazia con un sorriso, quando ricevi complimenti per la tua attività. E fallo guardando diritto negli occhi.
  15. Non essere mai nervoso, impaziente e non alzare mai la voce durante le ore di lavoro. Con nessuno.

 

Grazie di leggere i nostri articoli. Puoi anche contribure, se desideri!

La ristorazione è il nostro universo.
Desideriamo offrire a chi lavora in questo appassionante settore, consigli, suggerimenti, servizi e prodotti per migliorare rapidamente i risultati economici

 

Paolo Guidi

paolo.guidi@ristomeglio.it
2 Commenti
  • Piero uffreduzzi

    25 maggio 2017 at 21:41 Rispondi

    Grazie… Rispettare la 15 però la vedo dura… 😉

    • Paolo Guidi

      26 maggio 2017 at 7:57 Rispondi

      “Invece di far grida, chi ha ragion sorrida.”
      🙂

Lascia un commento